La Società Italiana di Pediatria (SIP) è da sempre impegnata nella tutela di neonati, bambini, ragazzi e adolescenti.

E’ nostro dovere confrontarci in maniera costruttiva con tutti coloro le cui attività o funzioni intercettino il mondo pediatrico, garantendo trasparenza, chiarezza e tensione al miglioramento continuo.

Con questo spirito è nata la condivisione della SIP dei contenuti posti alla attenzione dalla Campagna dell’Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari (AIIPA) a cui ha aderito anche la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP).

In qualità di Presidente, ho intenzionalmente deciso di far trascorrere qualche giorno da quando la nostra Società è stata vittima di un’aggressione violenta a mezzo stampa.

Mi sento oggi in dovere di condividere con voi Soci qualche mia riflessione.

Giuseppe Banderali ed Elvira Verduci, nutrizionisti ben noti e riconosciuti in Italia e all’estero per la loro preparazione, qualificazione e produzione scientifica sui temi della nutrizione, hanno elaborato un testo tecnico che viene diffuso per rafforzare il punto di vista della SIP su una tematica che, per la volontà di dare la stura a polemiche pretestuose, ha volutamente tralasciato i contenuti tecnici e scientifici che la SIP ha condiviso, in modo trasparente, nell’esclusivo interesse del bambino e della sua salute.

La SIP ha da sempre piena fiducia nelle Istituzioni Italiane ed Europee che tutelano la salute di tutti i cittadini e, in particolare quella dei bambini fino a 3 anni di età, con garanzie di sicurezza e qualità tra le migliori al mondo.

La SIP ha piena fiducia anche nell’AIIPA e nei suoi prodotti sicuri e certificati, che meritano di essere identificati in modo chiaro.

La SIP testimonia con tristezza la strumentalità di alcune posizioni che esulano da un costruttivo confronto scientifico e culturale.

È stata offerta all’opinione pubblica una immagine svilente, falsa e distorta dei Pediatri, provocando un danno enorme all’intera categoria.

In un momento storico e sociale così delicato, la Pediatria italiana deve impegnarsi nella valorizzazione del proprio ruolo e nella difesa della specificità pediatrica per garantire la migliore assistenza a tutti i soggetti in età evolutiva, con spirito unitario e collaborativo.

La SIP, casa comune di tutti i Pediatri, ha sempre la porta aperta per chi vuol lavorare con serietà, impegno, eticità, correttezza e rispetto dell’altro; con chi vuole costruire e collaborare, con chi ha buona fede e fiducia nel prossimo.

La SIP augura a tutte le società scientifiche e associazioni di essere altrettanto trasparenti, solide, scientificamente qualificate, etiche, oneste.

Buon lavoro a tutti

Alberto Villani
Presidente SIP

Tags

 

0 Commenti

Lascia un commento per primo.

Lascia un commento