Facebook
Twitter
LINKEDIN
Whatsapp

Così si chiama l’applicazione con cui i bambini del Meyer possono creare collages sui maxi schermi touch che ricoprono la parete centrale della sala di attesa degli ambulatori del pediatrico fiorentino. L’applicazione realizzata dall’artista Giuseppe Ragazzini, appositamente per la Fondazione Meyer, è risultata così interessante da suscitare la richiesta del Guggenheim di New York. Meyer Art consente ai bambini e ai ragazzi in attesa di visite di dare forma a disegni usando le forme provenienti da famosi quadri di maestri dell’arte, oltre a una serie di elementi di varie categorie. La fantasia di ogni bambino può quindi sbizzarrirsi utilizzando e combinando elementi più vari, alcuni dei quali provenienti da famosi quadri di grandi pittori come Mirò, Rousseau il Doganiere e Duccio di Boninsegna. Ogni artista in erba può assemblare la sua opera come meglio crede, firmarla, e metterla in mostra nella galleria di Meyer Art. L’applicazione vuole stimolare la mente per sviluppare il talento e la creatività del bambino. L’applicazione rientra nel più ampio progetto de “Le Finestre dei Sogni”, grandi wall animati che permettono ai bambini di lasciarsi trasportare dalla magia delle immagini create da un grande artista apprezzato a livello internazionale. Un modo stimolante per impiegare il tempo dell’attesa sia per i piccini, che per i grandi.

« 1 di 4 »