“È molto importante raggiungere una cultura sanitaria e vaccinale tale da non correre il rischio che poi la disinformazione prevalga. Dobbiamo fare una corretta informazione perché dinanzi ad un’informazione corretta l’obbligo verrà sicuramente meno. Probabilmente- sottolinea Villani- tra qualche anno non ne avremo più bisogno nemmeno in Italia, ma era importante in questo momento raggiungere la popolazione e comunicare il valore delle vaccinazioni”.