Facebook
Twitter
LINKEDIN
Whatsapp

Prof. Mauro Bozzola

Professore Ordinario di Pediatria, Università degli Studi di Pavia

La comparsa precoce (prima degli 8 anni) di “un piccolo seno” in una bambina può essere motivo di apprensione per i genitori. Di cosa si tratta? È pubertà precoce?
Un ingrossamento della ghiandola mammaria può comparire in qualsiasi periodo di vita della bambina, ma non sempre è pubertà precoce.
Talvolta, questo ingrossamento può essere dovuto a quella che si definisce tumefazione mammaria, che può presentarsi già alla nascita oppure comparire successivamente. Ecco perché è importante consultare il Pediatra.
Adesso vediamo nel dettaglio i due casi.

La tumefazione mammaria: se già presente alla nascita

CRISI GENITALE: la tumefazione mammaria può già essere presente alla nascita sia nei maschi sia nelle femmine per il passaggio di estrogeni attraverso la placenta, con regressione spontanea nel giro di qualche settimana o mese. Può persistere anche se raramente oltre il primo anno di vita. A volte è possibile osservare la fuoriuscita di alcune gocce di latte, denominato “latte di strega”

MASTITE NEONATALE: tumefazione mammaria dovuta a infiammazione batterica della ghiandola mammaria.

La tumefazione mammaria: se compare dopo la nascita

TELARCA PRECOCE ISOLATO: se lo sviluppo della ghiandola mammaria (“bottone mammario”) compare nelle bambine di età inferiore ai 2 anni di vita (80% dei casi) si parla di telarca precoce isolato. È caratterizzato da un ingrandimento di una o di entrambe le mammelle senza altri segni di pubertà: le areole mammarie non hanno la caratteristica pigmentazione della pubertà, non vi è peluria pubica e le grandi labbra non sono “estrogenizzate”, cioè non mutate come morfologia e volume. Il telarca generalmente tende a scomparire spontaneamente entro limiti di tempo variabili da pochi mesi ad alcuni anni. In rari casi, invece, tale regressione non si verifica, anzi progredisce verso una condizione di pubertà precoce.

TELARCA VARIANT: al telarca prematuro isolato si può associare un aumento della velocità di crescita (scatto di crescita con passaggio ad un percentile più alto) ed un accrescimento rapido degli organi pelvici (in particolare, del diametro dell’utero e del volume dell’ovaio). Questa condizione denominata “thelarca variant” deve essere monitorata accuratamente poiché, se progredisce rapidamente verso una pubertà precoce, deve essere sottoposta a trattamento.

Pubertà e pubertà precoce

La pubertà generalmente comincia tra i 10 ei 14 anni nella femmina. Il primo segno puberale è lo sviluppo della ghiandola mammaria (“bottone mammario”) chiamato telarca.
La progressione puberale nella femmina è suddivisa in cinque stadi (stadi dei Tanner). Il picco di velocità di crescita si raggiunge dopo 1-1,5 anni dalla comparsa del “bottone mammario “su entrambi i seni, mentre il primo ciclo mestruale (menarca) si manifesta mediamente 2-2,5 anni dopo la comparsa del “bottone mammario”. L’inizio dello sviluppo puberale può essere influenzato da molteplici fattori, quali la genetica, la famigliarità (esempio, età di sviluppo nei genitori), il sovrappeso e fattori ambientali.
La pubertà precoce è un evento simile alla pubertà fisiologica ma avviene in anticipo rispetto alla media dei coetanei, cioè prima degli 8 anni nella femmina. Nella bambina, si osservano un ingrandimento della ghiandola mammaria, un tipico odore acre ascellare e la comparsa, successivamente, di acne, oltre alla modificazione del comportamento. La comparsa di peluria pubica (pubarca) ed alle ascelle (axillarca) non è indicativa di un precoce sviluppo puberale, ma generalmente lo accompagna.

Pubertà Anticipata

Si parla di PUBERTA' ANTICIPATA quando i primi segni di sviluppo puberale iniziano a un’età appena superiore agli 8 anni, ma prima dei 10.
L’inizio della pubertà dipende in gran misura dalla predisposizione genetica; a questa si associano tutti i fattori che possono condizionare lo sviluppo (ad esempio lo stato nutrizionale).  La pubertà anticipata si presenta con una progressione veloce, rapido raggiungimento del menarca e della maturazione ossea. Questa condizione può anche portare a bassa statura definitiva (https://www.sip.it/2018/01/09/le-5-cose-sapere-sulla-bassa-statura-nel-bambino/).

Per saperne di più

Pubertà precoce: quando sospettarla. www.ilbambinoeilsuopediatra.it/articoli/art_puberta-precoce.php
Latronico AC, Brito VN, Carel JC. Causes, diagnosis, and treatment of central precocious puberty. Lancet Diabetes Endocrinol. 2016; 4: 265-74.