Facebook
Twitter
LINKEDIN
Whatsapp

 

La Società Italiana di Pediatria è ospite di Unomattina “La Sveglia della Salute” (RAI 1) per tutta la settimana dal 28 ottobre al 1 novembre.

 

Nella prima puntata, andata in onda ieri, lunedì 28 ottobre, il Presidente SIP Alberto Villani ha parlato dell’importanza dell' epigenetica, la scienza che ha dimostrato che l’ambiente può modulare il patrimonio genetico in meglio (stili di vita virtuosi) o in peggio (fumo, alcool, droga, obesità). I cambiamenti possono avere effetto direttamente sull’individuo e vengono poi trasmessi ai figli e ai nipoti. Ad esempio, fumare non fa male solo a chi fuma, ma anche ai suoi figli e nipoti.

Molti studi hanno dimostrato che un periodo determinante per la lunghezza e la qualità di vita è quello dei primi 1.000 giorni. Durante la gravidanza lo stato di salute e gli stili di vita della madre sono in grado di incidere, nel bene e nel male, sulla salute del nascituro con effetti che possono essere anche di lunghissima durata, fino all’età adulta avanzata. In Olanda è stata studiata tutta la popolazione residente, all’età di 50 anni, di coloro che, concepiti e nati durante la II guerra mondiale, hanno presentato malattie diverse (diabete, ipertensione, obesità, dislipidemia) in base allo stato nutrizionale della madre, condizionato dal regime alimentare ristretto del periodo della guerra. E’ stata questa la dimostrazione “naturale” dell’importanza dell’alimentazione in gravidanza e dei suoi effetti a distanza di anni.

 

Nella puntata di martedì 29 ottobre, il Presidente della SIN (Società Italiana di Neonatologia) Fabio Mosca si è soffermato sui temi della denatalità e dei neonati pretermine.

 

Oggi mercoledì 30 ottobre il Presidente SIP è intervenuto sul tema alimentazione.

Giovedì 31 ottobre ha parlato di vaccinazioni

e venerdì 1 novembre di stili di vita.