Tavole rotonde, workshop, sessioni interattive, letture plenarie impegneranno i pediatri italiani a Napoli per quattro giorni in un confronto a tutto campo sul tema dell’adolescenza, quella “terra di mezzo” tra infanzia e età adulta in cui emergono bisogni di salute, fisica, psicologica, relazionale del tutto peculiari che hanno bisogno di essere intercettati con competenze sempre più adeguate a tutti i livelli.

 “Cosa è cambiato negli ultimi anni? La Pediatria è uscita dal confine temporale dell’età evolutiva: ha responsabilità dello stato di salute dell’individuo per tutta la vita, perché ciò che avviene nei primi anni di vita fa la differenza. La Pediatria è determinante per la salute di oggi del neonato, del bambino e dell’adolescente, ma lo è anche per il futuro di tutta la popolazione”, afferma il Presidente SIP Alberto Villani.

Si parlerà di bisogni di salute degli adolescenti, alla luce dei risultati di una indagine condotta dalla SIP in collaborazione con gli Uffici Scolastici Regionali; di vaccinazioni in adolescenza; delle possibili conseguenze di un eccessivo utilizzo di internet. Si parlerà anche di adolescenti “fragili”, e in particolar modo di quelli che convivono con patologie croniche e rare. Sono 1.700.000 gli adolescenti tra 15 e 17 anni residenti in Italia, di questi 262.164 (15,5%) hanno una  malattia cronica e 54.124 (3,2%) ne hanno più di una. Al primo posto le patologie allergiche (11,7%) seguite da quelle respiratorie croniche (4,1%). Se consideriamo globalmente tutta l’età adolescenziale (13-14; 18-21) questi numeri diventano 3 o 4 volte maggiori. Gli esperti si confronteranno sul tema della “transizione” dalle cure pediatriche a quelle di tipo adulto, un passaggio particolarmente delicato, con un focus sulle problematiche specifiche degli adolescenti con diabete. 

Pur essendo centrato sugli aspetti dell’adolescenza, il Congresso affronterà anche temi generali e specialistici della Pediatria. Non mancheranno i tradizionali appuntamenti con le vaccinazioni e con l’alimentazione. L’ultima giornata sarà dedicata al Congresso Regionale SIP della Campania con un tavola rotonda sul tema del maltrattamento e dell’abuso dei minori.

GLI OSPITI. Tra gli ospiti internazionali, il Presidente dell’American Academy of Pediatrics Fernando Stein  parlerà del contributo dei pediatri alla riduzione della mortalità infantile; Manfred Spitzer (Università Ulm), neuroscenziato tedesco che ha indagato a fondo il rapporto tra utilizzo eccessivo di tecnologie informatiche e indebolimento cognitivo, parlerà di “adolescenti e computer”;  Luigi Notarangelo (Boston Children’s Hospital) terrà una lettura sul tema: “Le Immunodeficienze primitive: dallo screening neonatale alla medicina personalizzata”; Jordi Sunyer (Institute of Global Health, Barcelona) considerato uno dei ricercatori più competenti in materia di epidemiologia ambientale, parlerà di inquinamento e sviluppo cognitivo nei bambini.
Saranno presenti la Garante per l’Infanzia Filomena Albano e i rappresentanti del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità. Marco Rossi Doria, insegnante e politico italiano, già Sottogretario all’Istruzione nei governi Monti e Letta, terrà una lettura sul tema: “Il passaggio educativo tra scuola e famiglie: come accompagnare l’adolescenza oggi”.

 

 I PRINCIPALI TEMI

Nascere oggi in Italia. In Italia i tassi di mortalità infantile sono tra i più bassi al mondo ma alcuni recenti cambiamenti epidemiologi e sociali, insieme alla crisi economica, stanno mettendo a rischio questo primato:  tra questi  l’età media sempre più alta delle donne al parto, il sempre maggiore ricorso a tecniche di riproduzione assistita, il perdurare di piccoli punti nascita poco sicuri per le mamme e i neonati, la crisi economica che sta minando l’assistenza ospedaliera soprattutto nelle regioni meridionali. La Tavola Rotonda, attraverso il contributo di esperti e rappresentati delle istituzioni, cercherà di individuare i percorsi per rendere più sicuro nascere oggi in Italia e per realizzare anche nelle TIN la sfida dell’uguaglianza.

Vaccini. Due le Tavole Rotonde dedicate al tema delle vaccinazioni. Nella prima “Coperture Vaccinali in Italia” rappresentanti delle istituzioni, del mondo scientifico, dei media si confronteranno sul tema del costante calo delle coperture vaccinali per comprenderne meglio le motivazioni e per implementare le strategie da mettere in atto per contrastarlo, anche alla luce del dibattito sull’obbligo vaccinale per l’iscrizione alla scuola dell’obbligo. Nella seconda si parlerà dei “I prossimi impegni vaccinali del pediatra” alla luce del nuovo Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale che arricchisce l’offerta gratuita e attiva di nuovi vaccini e la loro estensione a nuovi destinatari.

L’alimentazione nei primi 1000 giorni. In tema di nutrizione gli integratori sono di grande attualità. L’argomento è diventato di particolare interesse per la diffusione di diete vegane e vegetariane tra la popolazione pediatrica spesso in modo incontrollato e autogestito dalla famiglia. Di questo e altro si parlerà nella tavola rotonda dedicata al ruolo degli integratori nei primi anni di vita: dalle vitamine del gruppo B, al ferro, ai probiotici.

I bisogni di salute degli adolescenti italiani. Saranno presentati i risultati di un’indagine svolta dalla Società Italiana di Pediatria in collaborazione con gli Uffici Scolastici Regionali su un campione di studenti di età compresa tra i 14 i 19 anni.  La ricerca ha indagato le abitudini e gli stili di vita, il disagio emotivo, il rapporto con internet e con le sostanze di abuso, la sessualità, le relazioni con i genitori e con gli insegnanti.  

Adolescenti con diabete mellito. L’adolescenza determina spesso un aumento dei fattori di rischio, come il peggioramento del compenso metabolico, riconducibile non solo a fattori ormonali, ma anche agli stili di vita e agli atteggiamenti di sfida tipici dell’età adolescenziale. Gli esperti SIP e SIEDP (Società Italiana di Endocrinologia Pediatrica) si interrogheranno su come affrontare questa delicata fase (anche raccogliendo la sfida di usare in chiave di educazione terapeutica i nuovi sistemi di comunicazione degli adolescenti: da Whatsapp alla Chatline).

 “Transitional Care”: esperienze a confronto. Sono sempre di più i bambini con patologie croniche e rare. Come garantire loro un passaggio senza traumi dalle cure pediatriche (caratterizzate dall’accoglienza e dall’accompagnamento del piccolo paziente) a quelle dell’adulto  (caratterizzate dal rapporto diretto medico paziente)? Il tema sarà affrontato in una Tavola Rotonda in cui verrà illustrato lo stato dei lavori  del progetto nazionale di “transitional care” ideato da alcune società scientifiche con lo del scopo di rendere omogenee le cure transizionali su tutto il territorio nazionale. Il progetto è applicato in via sperimentale in 4 aree cliniche (patologie oncologiche, malattie respiratorie, malattie rare e diabete) e in 3 regioni pilota (Piemonte, Marche e Puglia).

 

Per visionare il programma completo clicca qui  

Per interviste ai relatori contattare l’ Ufficio Stampa (Cinthia Caruso 3337902660; 06-4454912)

Leggi le biografie degli ospiti internazionali

Tags

 

0 Commenti

Lascia un commento per primo.

Lascia un commento